Facebook cambia. Social media manager sull’orlo della follia.

L’ex ragazzo-prodigio di Palo Alto, California, nonché diciassettesimo uomo più ricco del globo, Mark Zuckerberg, ha annunciato tre modifiche alla policy di Facebook che puntano a migliorare l’esperienza dell’utente, dando maggior risalto ai contenuti che interessano di più al singolo e privilegiando i post degli amici rispetto a quelli delle pagine seguite.

Lui fa l’annuncio, l’annuncio rimbalza da un media all’altro e centinaia di social-media-strategist-super-manager lo condividono. Dopo la condivisione, lo leggono e dopo averlo letto, iniziano a farsi di Xanax come fossero Zigulì.

Vediamo perché.

La prima novità riguarda chi ha pochi contenuti: per seguirne gli aggiornamenti preferiti fino a ieri doveva andarli a cercare. Ora li vedrà in automatico.

I social media eccetera-eccetera fin qui non hanno nulla da temere.

Il secondo colpo arriva dritto dove non batte il sole: prima verranno mostrati gli aggiornamenti degli amici e poi, solo poi e solo se, quelli delle pagine.

Cosa significa? Che non vedremo più le pagine a cui abbiamo concesso il nostro “Like”? No, non esattamente. In effetti, se con una pagina la nostra interazione sarà reale, continueremo a vederla, altrimenti ciccia. E quindi, dato che i like non sono proprio sempre-sempre farina del sacco dei likers, i social-media-manager farlocchi tremano.

“Infine, molta gente ci ha detto di non aver voglia di vedere i like e i commenti dei propri amici ai diversi post pubblicati.”

Il terzo aggiornamento, quindi, sposterà verso il basso la visibilità dei contenuti preferiti dai propri amici o, addirittura, li eliminerà del tutto.

Un  semplice “mi piace” su una pagina, con queste novità, non sarà più così importante,e determinante. Ciò che conterà- sempre di più- sarà la reale interazione, ovvero la condivisione delle notizie.

Come farcela? (Anche per i social-media-manager con il titolo su due righe?)

Pubblicando contenuti DAVVERO interessanti e in grado di stimolare la curiosità e l’interesse dei propri interlocutori. E smettendola a tutti i costi di puntare al numero, ma cercando la qualità. Una volta tanto…
Annunci

2 pensieri su “Facebook cambia. Social media manager sull’orlo della follia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...