Perché la mia agenzia di comunicazione non mi capisce?

Hai affidato la tua comunicazione a un’agenzia e la scelta l’hai fatta con cura. Lavori con loro da un po’ e dopo la prima fase, la seconda, la terza e la quarta, ti sembra che le cose “non girino nel verso giusto”:

  • non trovi mai (o non abbastanza) la persona che dovrebbe seguirti;
  • i tempi di esecuzione sono passati da “per ieri” a “le faremo sapere” (anche per questioni davvero banali);
  • ogni tua richiesta deve prima essere ribadita, poi rispiegata e infine sollecitata;
  • non ti senti considerato come cliente o non abbastanza.

Nel complesso sei stufo. Arrabbiarti è inutile. A questo punto hai due opzioni: o la cambi al volo e dici addio a mesi di “rodaggio”, oppure provi a vedere – nel dettaglio – cosa non vada e tenti di aggiustarlo. In pratica, fai un tagliando, come per un’auto.

1. RINEGOZIA. 

Se le tue esigenze sono cambiate, se chi doveva seguirti se ne è andato o ha subito una modificazione genetica, se il rapporto che si è instaurato con la tua agenzia di comunicazione non va, fissa un appuntamento e esprimi il tuo malcontento. Se l’agenzia che hai scelto, è intelligente, dovrebbe esserlo anche chi ti ascolta e – pur di non perderti – correrà ai ripari.

2. CHIEDI.

Se ti senti l’ultima ruota del carro, prova a chiedere come cambiare passo: parla con loro e domanda spiegazioni su quello che hai vissuto e che non vuoi più rivivere. Attenzione: ciò che per te magari sembra un’operazione banale (come ad esempio rifare una pagina social, lanciarla o cambiare un company profile), nove volte su dieci è tutt’altro che banale e richiede più tempo di quanto immagini.

3. MINACCIA.

Se non riesci a migliorare le cose, prova con l’intimidazione. O il ricatto. Con i tempi che corrono, dovrebbe funzionare. Sappi che la dimensione della tua azienda, o il fatturato, non dovrebbero essere un limite, né qualcosa che fa diminuire la considerazione di te: se capisci che l’agenzia che hai scelto non ti rispetta abbastanza, hai solo un’opzione: mollarla. Al volo.

Affidarti a un’agenzia di comunicazione è un po’ come acquistare un’auto: la scegli, la provi, la compri o la noleggi, avvii il motore e inizi il rodaggio. Se dopo i primi 3.000 chilometri, inizia a mollarti per strada, è ora di riportarla al concessionario e prenderne un’altra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...