Guardarsi intorno si chiama SCORING

scoring galline marketing.jpgNella lingua di Shakespeare, Hugh Grant e Mr Bean, fare scoring significa, letteralmente, assegnare un punteggio, o annotarselo.

In quella di Kotler, considerato uno dei grandi guro intergalattici del marketing, no. Nella sua lingua, che è quella che studia il rapporto fra chi vende e chi compra, significa: guardarsi in giro, annusare l’aria e capire il nostro mercato.

Alt. Cambiamo idioma: che vor dì “guardarsi in giro”?

Vuol dire:

  1. identificare il nostro mercato;
  2. capire chi sono i potenziali clienti (la fascia di target e il profilo dettagliato di chi potrebbe volerci comprare);
  3. trovare gli Altri, ovvero quelli che ci somigliano, che vendono quello che vendiamo noi o che raccontano di farlo.

Quest’operazione del punto tre, si chiama SCORING DEL MERCATO. E non è altro che l’essenza dell’analisi sui competitor, detti anche “concorrenti”, “colleghi”, o “quei disgraziati che ci copiano i post”.

Visto che abbiamo citato Kotler, a questo punto tiriamo in ballo Farinetti (fondatore di Eataly) e riportiamo, a proposito di marketing, un pezzo di una bellissima intervista apparsa qui, che risponde alla domanda:

Da chi è stato inventato il marketing?

Lei ha detto che il marketing è stato inventato dalla gallina e che per questo la gallina è meglio del tacchino. Perché?

Perché il tacchino fa l’uovo e non dice niente, così il contadino lo trova e non sa se è fresco. Invece la gallina fa l’uovo e dice coccodè.

È la gallina che ha inventato il marketing, non Kotler.

Per fare marketing dobbiamo prendere esempio dalla gallina: dobbiamo semplicemente fare l’uovo, e farlo bene.

Poi dobbiamo dire coccodè.

Naturalmente in modo proporzionato: invece c’è chi fa l’uovo e non dice niente, ma anche chi fa uova brutte e piccole e dice un coccodè grande, chi il contrario… Il marketing della gallina è quello che detta le regole del nostro modo di agire. Il marketing non è che il processo completo di tutte le attività che devo svolgere per vendere un bene al prezzo desiderato. Quando riuniamo il gruppo creativo di Eataly, ogni lunedì mattina, mettiamo al centro del tavolo una bella gallina finta e ci ispiriamo a lei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...