LinkedIn della discordia

linkedin-1_1

Stai navigando su LinkedIn e ti accorgi che alcune aziende, grandi e piccole, non hanno nemmeno un dipendente. Guardi i risultati, le sedi, i clienti e ti dici che c’è qualcosa che non va.

Che sia colpa del vino bianco nelle scaloppine? Della sambuca nel caffè? No. Sei lucido, purtroppo!

Di fatto questa è la brillante strategia di alcuni imprenditori che, dopo aver creato una pagina aziendale su LinkedIn, impediscono ai propri dipendenti di utilizzare questo celebre servizio web di rete sociale.

La domanda sorge immediata: perché? Cos’hanno fatto di male questi dipendenti? Hanno rigato la macchina del capo? Gli hanno fatto un buco nella gomma? (Ripariamola con il…) A chi danno fastidio su LinkedIn?

Rispettivamente: niente, no, no e nessuno.

La verità è ancora più semplice e riguarda la paura che la concorrenza, una visti i profili, possa trovarli interessanti e quindi accaparrarseli.

Se attui questo imbarazzante sistema, la tua reputazione imprenditoriale è pari a quella di Gianluca Vacchi (nel caso in cui dopo quest’estate sia diventato il tuo nuovo idolo, o ti sia tatuato “enjoy” sul costato, vai a leggerti la sua storia).

I tuoi dipendenti inizieranno a vederti (giustamente) come un semi-dittatore, e il clima che si verrà a creare sarà insopportabile tanto per loro quanto per te. Da questa situazione, a rimetterci sarà in primis la produttività dell’azienda: ci stai ripensando?

Se un tuo dipendente ha LinkedIn, non significa che ha creato il profilo appositamente per cercare un’altra occupazione. Il rischio di perderlo c’è, ma le imprese migliori questo lo sanno e fanno in modo che i propri collaboratori abbiano tutte le ragioni per restare: impedirgli di registrarsi a LinkedIn non è sicuramente una di queste, non credi?

Immagina poi cosa penserà chi, guardando il profilo della tua azienda, non vedrà alcun dipendente: per dirla alla Emilio Fede, che figura di m***a.

Enrico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...