L’ottimizzazione dei contenuti di Facebook continua: stop ai siti con troppa pubblicità!

Facebook_computer.jpg

Vi sarà capitato almeno una volta, anche per sbaglio, di finire su un sito con più pubblicità che testo e di aver conseguito una medaglia ad honorem in ricerca della X per chiudere i vari banneroni di pillole energetiche speciali e siti di “incontro”. Ecco, d’ora in poi su Facebook ne vedrete sempre di meno: da questi giorni e con effetti più visibili nei prossimi mesi, il social di Zuckerberg ha dichiarato di voler migliorare l’esperienza dei suoi milioni di utenti, tutelandoli da questi siti ingannevoli e a volte dannosi.

Con questo aggiornamento, nel vostro news feed vedrete gradualmente meno post clickbaiting di questa tipologia, molto utilizzati soprattutto negli Stati Uniti (ma anche noi italiani non scherziamo…) e collegati a siti web con 2 righe di testo, immagini suddivise per 25 pagine e un numero infinito di banner:

Dopo quella alla fake news, Facebook ha dunque intrapreso una nuova lotta contro l’utilizzo “sbagliato” del web e ce la spiega in questo modo:

“Le inserzioni non devono includere contenuti che rimandano a pagine di destinazione esterne che offrono un’esperienza imprevista o fastidiosa, compresi i posizionamenti fuorvianti delle inserzioni, come titoli sensazionalistici, oppure il reindirizzamento delle persone a pagine che presentano una minima parte di contenuti originali e la maggior parte di contenuti pubblicitari di scarsa qualità e fuori tema”

Sorge quindi un problema: “minima parte di contenuti originali”? “maggior parte di contenuti pubblicitari”? A quanto equivalgono questi “minima” e “maggior parte”? Facebook non lo ha specificato, perciò, si corre il rischio che il proprietario di un sito-web con 3/4 banner si trovi penalizzato quanto uno che si presenta in questo modo:

111.png

A parte questo piccolo appunto riferito solo ad alcuni sitiweb “a rischio”, non possiamo che apprezzare il nuovo tentativo di Facebook di ottimizzare la navigazione dei suoi utenti, nella speranza di poter avere in futuro maggiori dettagli al riguardo.

State connessi sui social e fateci sapere cosa ne pensate!

Matteo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...