Elezioni 2018: Facebook ti aiuta nella scelta del voto

elezioni

Le elezioni del 4 marzo sono sulla bocca di tutti, se ne sente parlare ovunque e sposteranno probabilmente gli equilibri del nostro Paese (e non solo). Come sempre succede, però, non tutti hanno le idee ben chiare su chi andare a votare e perché appoggiare le idee di un partito invece che un altro e, così, l’incertezza domina in ogni dove.

In loro aiuto è arrivato Facebook – negli ultimi anni sempre molto “attento” alle elezioni politiche dei Paesi – con alcuni strumenti messi a disposizione degli utenti italiani al fine di orientarli e accompagnarli nella scelta dei membri del Parlamento che formeranno il nostro nuovo Governo.

Andiamo a vederli assieme:

  • Punti Di Vista: questo strumento, probabilmente, lo avrete già visto all’interno del vostro news feed (vedi foto in basso), in quanto compare ogni tre giorni a tutti gli utenti italiani di Facebook. Cliccandoci sopra, si può avere a disposizione una sorta di riassunto della posizione dei principali partiti politici – ossia i 10 partiti e movimenti politici che superano l’1% delle intenzioni di voto secondo i principali sondaggi –  su temi come Ambiente, Fisco, Famiglia, Immigrazione, Salute etc., che potete vedere nel dettaglio nelle loro pagine Facebook ufficiali (nella sezione Temi);
  • Partnership con Ansa: grazie alla stretta collaborazione con la nota agenzia di informazione multimediale, Facebook sta già realizzando nella sua sede di Milano delle intervista in diretta Live con i leader dei partiti;
  • Lotta alla fake news: questo è un argomento che sta molto a cuore a Zuckerberg e, perciò, a maggior ragione in un periodo in cui ogni ora escono notizie correlate direttamente o indirettamente alle elezioni, Facebook insieme al team di Pagella Politica controllerà la veridicità o meno delle dichiarazioni degli esponenti dei partiti;
  • News in diretta: il giorno delle elezioni gli utenti del social network più famoso al mondo vedranno in cima nell’home page uno strumento che fornirà informazioni ufficiali su come e dove andare votare e, inoltre, permetterà (come se ce ne fosse bisogno) di far sapere ai propri amici di aver votato. Dopo la chiusura dei seggi, infine, i risultati degli scrutini saranno visibili su Facebook con aggiornamenti in diretta.

facebook-elezioni-2018-638x425

Così come è successo per le elezioni negli Stati Uniti, anche questa volta Facebook coprirà un ruolo fondamentale nelle sorti politiche di un Paese.

Che ne pensate? Fatecelo sapere qui.

 

Matteo

Annunci

L’importanza del Piano Editoriale

piano_editoriale.jpg

Vi abbiamo parlato spesso dell’importanza che ha al giorno d’oggi per un’azienda avere una presenza consolidata sui propri social network di pertinenza, ma non ci siamo mai soffermarti sulla programmazione dei contenuti da condividere con gli utenti.

Questa fondamentale attività è sintetizzabile sotto il nome di Piano Editoriale (PED), ossia quella strategia ben studiata e analizzata che ti permetterà di raggiungere sui social gli obiettivi prefissati e il target tanto bramato. In parole povere è una tabella grazie a cui potrai avere – dopo averla creata ad hoc – sottomano tutti post che vorrai pubblicare sulla tua pagina aziendale.

Ecco una linea guida su come impostarla:

  • Pensa bene a come vuoi che gli utenti percepiscano la tua azienda e seleziona le informazioni/contenuti che vorrai condividere con loro;
  • Se utilizzi Instagram, decidi in anticipo gli hashtag da utilizzare, così da averli già pronti durante la pubblicazione;
  • Apri un foglio Excel su Google Drive (facilmente utilizzabile da smartphone) e imposta una tabella divisa per giorni e contenuti;
  • Scrivi il testo del post e scegli l’immagine/link con cui lo vorrai accompagnare;
  • Cerca di alternare le tipologie di contenuti (prodotto, azienda, engagement) durante le settimane, per evitare di avere una comunicazione monotematica;
  • Revisionalo più volte (magari assieme ad un collega): c’è sempre qualche accento/apostrofo che tenta di sfuggire dalle celle di Excel.

Fatto ciò, vedrai che la pubblicazione sui social della tua azienda ti risulterà più facile e, soprattutto, più efficiente: programmare le cose in anticipo, aiuta sempre (o quasi). Inoltre, eviterai di trovarti un giorno a dire “ e questa settimana cosa pubblico?“, ma solo se avrai fatto un bel PED a medio/lungo termine.

Seguici sulla nostra pagina Facebook per non perderti i prossimi suggerimenti targati Ideagency.

 

 

Matteo

La programmazione dei post su Instagram è finalmente realtà!

programmare_post.jpg

Uno degli argomenti più in voga in questi giorni in Italia è l’annuncio della prima storica data in Italia di Eminem, uno dei rapper più famosi e apprezzati da sempre. Da tempo i suoi fan del Bel Paese aspettavano con trepida attesa questo concerto, ma le speranze stavano ormai finendo, quando ad inizio settimana è arrivata la notizia che tutti aspettavano:  il 7 luglio il rapper bianco di Detroit suonerà a Milano!

Ecco, la loro attesa non è minimamente paragonabile a quelle dei social media manager di tutto il mondo riguardo ad un cosa tanto utile, quanto quasi ormai impossibile da vedere realizzata: la programmazione dei post su Instagram!

Il lavoro di questi turbo manager è fatto per la maggior parte di programmazione, per far sì che ogni post sia pubblicato nel post (LOL) giusto al momento giusto, al fine di ottenere il massimo numero di interazioni possibili e, fino ad ora, solo Facebook permetteva di farlo all’interno della propria app; Twitter, LinkedIn e il super bellissimo Google+, invece, lo rendevano possibile da piattaforme come Hootsuite, Sprout Social e SocialFlo. Instagram invece no, per Instagram funzionava solo l’attività manuale, con la sola possibilità di salvare in bozza i post per poterli pubblicare successivamente.

Ora, invece, i tempi stanno cambiando: da pochi giorni all’interno di Hootsuite è finalmente possibile programmare i post (per ora foto e non video) su Instagram per le pagine aziendali, agevolando così il lavoro di molti social media manager che potranno così eliminare quel fastidioso promemoria sul cellulare per il post da pubblicare domenica all’ora di pranzo.

 

La pianificazione e pubblicazione di contenuti su Instagram è stata la prima richiesta dei nostri 16 milioni di utentiadesso possono gestire una gran molte di contenuti, più account e più utenze con facilità e sicurezza”, ha così spiegato Ryan Holmes, CEO di Hootsuite, questa novità che renderà tutti i colleghi del settore molto gioiosi.

Ma questo è solo l’inizio: aver introdotto questa possibilità, porterà più avanti all’estensione verso tutti i profili (anche privati) e, molto probabilmente, anche all’interno dell’app, rendendo tutto ancora più bello!

Voi sfrutterete questo tool? Fatecelo sapere qui.

 

Matteo