Mentre Facebook trema, Google se la gode!

google_news.png

Non passa giorno, ormai, in cui i media non parlino dello scandalo Cambridge Analytica che ha colpito il “povero” Mark Zuckerberg, portandolo a testimoniare davanti i deputati del Congresso dove, per adesso, si sta comportando bene.

Chi, invece, ha di recente ottenuto un riconoscimento di tutto rispetto è l’ormai rivale Google, premiato per aver raggiunto l’autosufficienza energetica derivante da energie rinnovabili e divenendo, così, nel 2018 l’azienda più green del mondo tecnologico.

Oltre a ciò, il colosso di Mountain View si sta dando da fare per introdurre nuovi device (anche nel nostro Paese) e rinnovare quelli già esistenti.

Di recente, infatti, è arrivato ufficialmente in Italia Google Home, un altoparlante e assistente vocale che permette di controllare la casa, ascoltare la musica, chiedere informazioni etc. Per ora non tutte le funzionalità sono disponibili – come, per esempio, il collegamento diretto con lo smartphone per effettuare chiamate – ma le potenzialità di questo strumento sono enormi: basta dire “Hey, Google!” e lui risponderà agli ordini.

Tra i suoi strumenti più noti c’è Gmail – chi non ha mai usato, almeno una volta nella vita, questo provider? – e, a breve, subirà un restyling nell’ottica aziendale di offrire sempre prodotti aggiornati e che migliorino l’esperienza della clientela.

Oltre ad un layout rinnovato, gli utenti avranno a disposizione nuove funzioni:

  • Smart reply anche sul web, ossia quelle risposte pre-impostate in base al contenuto della mail ricevuta;
  • Snooze, la possibilità di “posticipare” le email, facendo decidere all’utente quando rivederle nella propria posta in arrivo;
  • Un accesso più facile alle app di G Suite, come per esempio Google Calendar;
  • Supporto offline su cui avremo maggiore news prossimamente.

Ultima news – forse la più importante, lol – d’ora in poi, su tutti i dispositivi iOS e su alcuni  Android,  Google Foto riconoscerà le razze dei cani e dei gatti 🐶🐱

Scherzi a parte, anche quest’anno le news in arrivo dalla California non mancano e faranno sì che il loro dominio nel mondo della tecnologia online non crolli (sempre che YouTube la smetta di prendere dati dagli under 13….)

Per non perdere le prossime news in merito, seguici qui.

 

Matteo

 

 

Annunci

YouTube si rinnova e cambia veste: scopri le novità!

youtube-nuovo.jpg

Mentre Taylor Swift ottiene 43,2 milioni di visualizzazioni in 24 ore con il nuovo singolo “Look What You Made Me Do”, battendo il precedente record di Psy (38 milioni conquistati con il tormentone “Gentleman”), YouTube decide di rinnovarsi!

È di questi giorni, infatti, il restyling grafico da parte della celebre piattaforma web di streaming video utilizzata ormai da più di 1 miliardo di utenti.

La prima novità che balza subito all’occhio è indubbiamente il logo che cambia veste dopo 12 anni, ossia dalla sua nascita, 14 febbraio 2005. Dalla scritta in due colori, con “tube” immerso nel rosso, ora si è passati ad una scritta total black preceduta dalla sua icona identificatrice.

Il layout è cambiato sia nella versione mobile che da desktop, con l’aggiunta della versione dark per far riposare gli occhi o per risparmiare batteria.

Sono state introdotte, poi, alcune importanti novità che riguarderanno la riproduzione dei video:

  • Formato video: il player si adatterà automaticamente alla forma del video che si sta guardando.
  • Doppio tap: schiacciando in un video due volte a destra o a sinistra potrete mandare avanti o indietro di 10 secondi.
  • Velocità: è possibile regolare la velocità di riproduzione del video.
  • Suggerimenti: puoi scopri altri video mentre ne stai guardando uno a schermo pieno.

«Per dirla con parole semplici – ha spiegato lo Chief Product Officer, Neal Mohan – YouTube ne ha fatta di strada e molta ancora ne ha da fare. Negli ultimi mesi abbiamo iniziato a rilasciare aggiornamenti, che proseguiranno nel corso dell’anno, tramite i quali introdurremo nuove funzionalità e una grafica più uniforme sia sui dispositivi mobili sia su quelli desktop».

Prepariamoci a vedere ulteriori modifiche in YouTube, desideroso, dunque, di dare del filo da torcere a Facebook nella condivisione dei video online, e se avete un canale, seguiteci!

 

Matteo

I Doodle: l’arte della celebrazione di Google

Google-Pacman-.png

Mentre Google decide di darci l’opportunità di diventare disegnatori professionisti, continua ogni giorno ad offrire dei nuovi Doodle in tutto il mondo, ossia delle rivisitazioni del suo logo per celebrare personaggi storici, eventi e ricorrenze varie.

Tra un gioco interattivo e un video musicale andiamo allora a vedere qualcuno dei migliori Doodle creati nel corso degli anni dal colosso informatico statunitense, con l’obiettivo di informare e far divertire i propri utenti:

Un film per ricordare Charlie Chaplin

Charlie Chaplin è sicuramente uno degli attori e cineasti più importanti e influenti di sempre e Google, ovviamente, lo sa. Per questo motivo nel 2011 ha deciso di festeggiare il suo compleanno trasformando il logo in un vero e proprio cortometraggio per ricordare un personaggio che ha fatto la storia del cinema. Se non l’avete visto, mettetevi comodi e godetevolo!

Tanti auguri, Freddie Mercury!

Ripercorrere la vita di Freddie Mercury in meno di due minuti? Google l’ha fatto, sulle note di “Don Stop Me Now” e con un doodle animato per festeggiare il sessantacinquesimo compleanno di una delle più grandi star del rock mondiale, se non la più grande. Buon ascolto!

Gioca con il Cubo di Rubik!

Il Cubo di Rubik è uno dei giochi più famosi al mondo, facile per alcuni, quasi impossibile per tutti gli altri. Per i suoi 40 anni, Google lo ha trasformato in un Doodle interattivo e c’è anche chi l’ha risolto in 13 secondi…

30° anniversario di PacMan

Questo è sicuramente uno dei doodle più apprezzati, da giovani e non: per festeggiare PacMan, infatti, Google ha riportato lo storico videogame sulla propria homepage, permettendo a chiunque di provare l’ebbrezza di scappare da quei dannati fantasmi colorati!

Robert Moog, pioniere della musica elettronica

Per tutti gli amanti della musica elettronica e non solo, Google ha celebrato il settantottesimo compleanno di Robert Moog con lo storico sintetizzatore da lui creato. Scommetto che chiunque l’abbia visto si sia divertito a schiacciare i tasti, anche a caso (come il sottoscritto ☺)

I doodle per le Olimpiadi trasformati in un’applicazione!

Come spesso accade per gli eventi sportivi, Google l’estate scorsa ha personalizzato i propri doodle con i diversi sport delle Olimpiadi. Per Rio 2016, tuttavia, ha deciso di fare le cose in grande, realizzando perfino un app game per iOs e Android, a tema olimpico e che permetteva agli utenti di giocare a tennis, golf, pallanuote etc…con la frutta! 

Ce ne sarebbero anche tanti altri, ma abbiamo preferito farvi vedere quelli più divertenti o dal contenuto multimediale più particolare. Per vederli tutti cliccate qui e se ne avete uno che preferite maggiormente, fatecelo sapere sulla nostra pagina Facebook!

Matteo