È in arrivo un altro anno ricco di novità per Instagram!

novità_instagram.jpg

Oggi inizia l’ultimo mese dell’anno, perciò, in molti, stanno già iniziando a pensare a quello nuovo nell’ottica di confermarsi o migliorarsi, sia nelle vita personale che lavorativa. Uno che cerca sempre di migliorarsi è indubbiamente Mark Zuckerberg che prova (e riesce) a rinnovare giornalmente i suoi giocattoli preferiti, Facebook e Instagram.

Quest’ultimo è stato quello più implementato negli scorsi mesi – solo settimana scorsa vi abbiamo parlato della nuova possibilità di seguire gli hashtag –  e ora, visto l’imminente arrivo del 2018, iniziano ad arrivare maggiori conferme sulle novità che il social network da più di 800 milioni di utenti attivi avrà in serbo per noi da gennaio in poi:

  • Condivisione su WhatsApp: dopo la possibilità di condividere direttamente su Facebook, Twitter e Tumblr si potrà condividere i propri post anche sull’app di messaggistica più utilizzata in Italia (e non solo), di proprietà sempre di Mark.
  • Regram diretto: fino ad ora, per ricondividere immagini di altri sul proprio profilo bisognava utilizzare applicazioni esterne o screenshottarle alla viva il parroco, pubblicandole come post propri. Prossimamente non dovremo più farlo, perchè Instagram sta pensando di implementare questa funzione, rendendola come una sorta di retweet di Twitter. Un toccasana per influencer e aziende che ne “sfruttano” a iosa .
  • GIF in arrivo: come è successo per Facebook in precedenza, anche Instagram abbraccerà uno dei contenuti più utilizzati sui social nel 2017. Gli utenti potranno probabilmente cercarle e condividerle direttamente dall’app, anche nelle Stories! Si attendono aggiornamenti al riguardo.
  • Amici preferiti: lo si vocifera da tempo e ora arrivano ulteriori conferme sulla feature di Instagram che permetterà agli utenti di condividere contenuti solo con una cerchia ristretta dei propri contatti. Si potranno creare, così, singoli gruppi in cui condividere foto e video che magari ad altri non volete far proprio vedere.

Questa lista sarà, probabilmente, solo una piccola parte delle novità che ci presenterà Instagram nei prossimi mesi. State connessi sul nostro profilo per rimanere aggiornati al riguardo!

 

Matteo

 

Annunci

Novità da Instagram: presto potrete seguire gli hashtag! 

nuovi_hashtag.jpg

È in arrivo una grossa novità per Instagram che cambierà, di molto, la portata dei contenuti pubblicati e potrà offrire, soprattutto, alcuni vantaggi ai brand presenti sul social network di proprietà di Mark Zuckerberg.

Nella home dei propri profili, presto, non vedremo esclusivamente amici, star e inserzioni, ma anche contenuti collegati agli hashtag che decidiamo di seguire. Alcuni profili tester, infatti, possono già ora vedere il pulsante “Segui” quando si effettua una ricerca del Tag e, ciccandolo, potranno tenere sott’occhio tutti i post che avranno all’interno quel determinato hashtag. 

follow hashtag

La community di Instagram, perciò, cambia ancora: dopo aver introdotto l’algoritmo alla Facebook prima e le Stories dopo, ora gli hashtag avranno più rilievo e, di conseguenze, le foto connesse ad esso. Le aziende di moda, food etc., perciò, potranno decidere di creare hashtag appositi per collezioni o tipologia di prodotti – o anche per contest o iniziative a breve durata – distinguendoli per bene e permettendo ad eventuali target precisi di rimanere aggiornati grazie a questi fantastici cancelletti. 

Non sarà quindi necessario aprire diversi profili collegati ad un unico brand, potrà bastare sapere usare correttamente gli hashtag e, volendo, non vi servirà neanche più necessario seguire l’azienda stessa. Voi quali hashtag vorreste seguire? Seguite i nostri? Cliccate QUI per vederli e restate connessi per le prossime news!

 

Matteo

Come pubblicare immagini sui social: qualche consiglio per le aziende locali

belle_foto.jpg


Uno dei contenuti che ottiene maggiori risultati sui social network è il post con immagine allegata, in quanto attira facilmente l’attenzione dell’utente e, soprattutto, non è collegato a siti esterni a Facebook, Instagram etc. 

Tuttavia, girando sulle pagine di diverse aziende locali, si vedono immagini che fanno rabbrividire: tra prodotti agghindati da peggiore televendita anni novanta e immagini sfuocate o con errori grafici (bordi e scritte in primis), si capisce che molto spesso a questi contenuti non viene data la giusta attenzione. Vogliamo, perciò, fornirvi qualche semplice linea guida per evitare questi errori e, magari, ottenere qualche risultato in più:

  1. Evitate le foto in verticale: oltre ad essere limitative per il soggetto inquadrato, rischiano di essere tagliate nella pubblicazione e di risultare esteticamente meno di effetto nella pagina di Facebook dell’azienda. Gira quindi lo smartphone e pubblica delle belle foto orizzontali, vedrete che così potrete centrare meglio il vostro prodotto e il risultato sarà sicuramente migliore.
  2. Non scattate le foto direttamente dal social: prendetevi il giusto tempo, fate più foto dello stesso soggetto e, una volta concluso il vostro “shooting”, guardatele attentamente e scegliete quella che maggiormente vi soddisfa.
  3. Utilizzate la luce: pubblicare foto nell’oscurità porta ad immagine scure e in cui il soggetto non risalta neanche bene. Cercate di illuminare bene la stanza o il locale in cui siete e, se necessario, provate ad utilizzare l’arma segreta, il flash!
  4. Attenzione all’obiettivo: sembra scontato ma non lo è. Cercate sempre di scattare foto con l’obiettivo fotografico ben pulito e, ovviamente, evitate di sovrastarlo con le vostre bellissime dita. 
  5. Ritocchi, ritocchi e ancora ritocchi: applicazioni come Instagram permettono già di modificare luminosità, colore, nitidezza e tanti altri aspetti delle immagini, anche solo con i filtri. Se però avete a disposizione programmi con Photoshop, ancora meglio: si ritoccano sedicenti modelli e modelle, perché non farlo anche ai tuoi bellissimi prodotti?

Ah, last but not least: evitate assolutamente adesivi imbarazzanti, cornici floreali e compagnia bella, sono i social delle vostre aziende, non i vostri profili personali. 

Come al solito, i consigli potrebbero essere tanti altri: se volete saperne di più, contattateci! Buone foto 🙂

 

Matteo

Qual è il social network adatto alla tua azienda?

social-x-aziende.jpg

Siamo nel 2017, anzi, quasi nel 2018, anzi, quasi nel 2019, anzi… no scusatemi, ma in queste ultime due settimane ho una certa passione per la parola “anzi”. Chi ha orecchie per intendere intenda…

Ok, torniamo seri: siamo quasi nel 2018 e, fortunatamente, diverse aziende stanno iniziando a capire l’utilità di stare sui social network e la loro potenzialità in termini di visibilità, contatto con i clienti (anche potenziali) e, a volte, fatturato. Tuttavia, cosa succede spesso? L’azienda X decide di entrare sui social e boom eccola subito su Facebook, Twitter, Instagram, Google Plus, YouTube, Snapchat, MySpace, Netlog…. e con la prerogativa di avere subito mille mila follower!

Cosa comporta ciò? Perdita di tempo e, forse, di capelli per quel povero “social media manager” aziendale costretto a garantire like e follow giornalieri al grande capo.

Urge quindi una delucidazione: così come ogni azienda ha il proprio settore di appartenenza, così ha dei social network maggiormente adatti ai propri obiettivi. Se vende valvole per termosifoni forse non è così necessario avere un profilo Instagram: LinkedIn, il social network migliore per creare contatti professionali, è quello che potrebbe fare meglio al caso suo. Se è un nuovo brand hipster, invece, Instagram è proprio quello perfetto e, se vende all’estero, ancora di più lo è Pinterest.

Ogni social network ha la propria tipologia di utenti e con i propri interessi in termini di contenuti da vedere o di aziende da seguire: perciò, prima di far atterrare ovunque (e male) il tuo brand, valuta bene le potenzialità del tuo prodotto/servizio e cerca di capire prima cosa offre quel social network che ti “piace” tanto. 

Ricorda, in questo caso niente è più vero del noto proverbio “meglio pochi, ma buoni”: concentra le tue forze (o di che gestisce i social) su quelli più consoni e vedrai che otterrai più facilmente i tanti desiderati big likes

Per saperne di più e avere qualche dritta al riguardo, contattaci qui

 

Matteo

Nuovi aggiornamenti da Instagram… utili anche per la tua azienda!

instagram_novità.jpg

Instagram è diventato ormai uno strumento imprescindibile per molte aziende, soprattutto nel mondo della moda o del cibo, anzi, nel mondo del fashion e del food… ormai li chiamano tutti così. Grazie al suo layout, al suo essere diretto e d’impatto, alle stories introdotte l’anno scorso e alle opportunità di advertising, il secondo social di Mr. Zuckerberg viene utilizzato in tutto il mondo tanto dagli utenti privati, quanto dai brand.

Costantemente Instagram si aggiorna, offrendoci nuove funzioni spesso divertenti, molto più spesso inutili, ma alcune volte interessanti anche dal punto di vista aziendale. In questo ultimo (piccolo) gruppo rientrano due degli ultimi aggiornamenti dell’app: le raccolte e i sondaggi. Andiamo a scoprirli assieme:

Raccolte

Se utilizzate spesso Instagram, vi sarà capitato almeno una volta di salvarvi una foto divertente, memorabile o che volevate far vedere a qualche amico o collega. Ecco, da ora quando cliccherete sulla bandierina sotto le immagini/video presenti nel vostro feed, potrete salvarli direttamente in raccolte, personalizzabili con nome.

Quali opportunità può darvi? Potrete salvare i contenuti pubblicati dalla concorrenza, così da tenerla monitorata (che fa sempre bene) e potrete avere diverse raccolte per immagini o video da adoperare come fonte d’ispirazione per i vostri prossimi post. Inoltre, se gli utenti sono soliti taggarvi nei commenti (e non nelle foto), potrete salvarle in un’apposita raccolta per ricordarvi facilmente di loro.

Sondaggi

Per la prima volta Instagram ha reso interattivo un contenuto, permettendo di inserire sondaggi nelle proprie storie ai quali gli utenti possono rispondere con un semplice click. Per inserire il sondaggio basta fare una Storia, scegliere l’adesivo “Sondaggio”, inserire la domanda e personalizzare la doppia risposta (impostata come Si e No di default).

Anche qui le opportunità sono parecchie: un cuoco può chiedere consigli per un piatto da cucinare, un brand può chiedere feedback su un proprio prodotto da immettere sul mercato e così via.

Che dite, vi potranno essere utili queste due novità? Fatecelo sapere e, già che ci siete, seguiteci su Instagram 🙂

Matteo

Governo Vs. web influencer!

instagram ad.jpg

Se avete un profilo Instagram e seguite qualche star – o presunta tale – dello showbiz, avrete sicuramente visto una loro foto in pose “seducenti” con in mano qualche prodotto, accompagnate da un testo totalmente diverso dai loro soliti e con taggato il brand che l’ha realizzato.

Ecco, questo è il pane quotidiano dei vari influencer sparsi nel mondo, capeggiati nel nostro Paese dalla futura signora Fedez, Chiara Ferragni, che quasi giornalmente guadagnano fior fior di quattrini con delle semplici foto pubblicate sui loro profili social.

In questi giorni, in parlamento, si è discusso proprio di questo argomento e con 218 voti favorevoli è passato il testo per la regolamentazione dei web influencer. Perché ciò? Perché questi super vipsss guadagnano diversi eurini grazie ad una sorta di pubblicità occulta e non regolata e, infatti, da diverso tempo Agcom e Antitrust volevano intervenire sul tema, come tra l’altro è già stato fatto all’estero.

L’Unione Nazionale Consumatori ha così spiegato tale provvedimento:

Grazie alla nostra sollecitazione, Sergio Boccadutri ha presentato un ordine del giorno che è stato approvato durante l’esame del ddl Concorrenza sul tema della pubblicità promossa in modo occulto dai web influencer. Il nostro obiettivo è avere regole chiare che, accanto ad ogni foto sponsorizzata, compaia sempre una didascalia che informi correttamente del carattere promozionale del messaggio”.

Hola Chicas 🌸 la freschezza del Tropical per continuare il mio percorso Detox di @fittea.it anche a Ibiza 🌴 Mai fermarsi soprattutto d'estate👙 #tropical #advertising

Un post condiviso da Belén Rodriguez 🇦🇷🇮🇹 (@belenrodriguezreal) in data:

D’ora in poi, dunque, ogni post di questa tipologia pubblicato da Belen e compagnia bella dovrà essere obbligatoriamente accompagnato dall’hashtag #ad – ovvero advertising, come potete vedere sopra – ma è probabile che in futuro le restrizioni saranno anche maggiori.

Restate connessi sulla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati! #ideagency

 

Matteo

Hai una pagina social aziendale? Ecco come (non) pubblicare i tuoi post!

img_socialpost.jpg

Fare il social media manager, in fondo in fondo, è un bel lavoro, soprattutto quando devi fare l’assessment delle pagine social dei customer e dei suoi competitor. Sì, ho usato queste parole solo per essere cool, va così di moda esserlo…

Bazzicando tra un settore e l’altro dell’industria locale se ne vedono veramente delle belle: tra sharelink (altra parola cool) con l’url sia nel titolo che nella descrizione e immagini di ruspe pubblicate alle 2 di notte, ce ne è di materiale che ti strappa sicuramente un sorriso e ti fa capire che forse, questo lavoro, può essere d’aiuto a molte persone/aziende.

Noi di Ideagency crediamo fortemente nella potenza comunicativa dei vari social network e, per questo motivo, vogliamo fornirvi alcuni consigli su come far valere il tuo vantaggio competitivo nelle pagine di Facebook, LinkedIn, Instagram etc. :

  1. Pensa bene a cosa vuoi scrivere e al perché lo vuoi scrivere: se pensi che il post che hai tanta voglia di pubblicare possa interessare alla tua schiera di “fan”, o a parte di essa, e/o possa fornirgli un beneficio (anche solo strappargli un sorriso) allora vai! Ricordati però che all’utente medio piacciono principalmente due cose: ridere e, sfortunatamente, fare polemica, quindi occhio a quelli che pubblichi!
  2. Pubblica i post ad un orario decente: già hai pochi fan e gli algoritmi dei social network non ti premiano, cosa diavoli pubblichi i tuoi prodotti la notte fonda o la mattina alle 6? Non è forse meglio pubblicarli in un orario in cui i tuoi “fan” sono più facilmente connessi?
  3. Evitare post chilometrici: le varie statistiche pubblicate sull’internet dimostrano che i contenuti che ottengono più successo sui social network sono quelli con meno testo, in particolare sotto i 70 caratteri. Le persone passano la maggior parte del tempo sui social per svago e hanno solo voglia di piazzare like e guardare immagini e video, non di leggere dei saggi brevi. Cerca di essere sintetico – con criterio – e rimanda sul sito o altre piattaforme per ulteriori informazioni.
  4. Call to action: dai un motivo ai fan per leggere il tuo post e/o svolgere un’azione (click al tuo sito web, iscrizione alla newsletter etc.), fagli una domanda e cerca di attirare il loro interesse e vedrai che sarà più facile ricevere una loro “interazione”.
  5. Seleziona attentamente le immagini: evita, per favore, di pubblicare immagini sgranate, mosse, più piccole di un francobollo o in cui si vede più il tuo dito che il soggetto dell’immagine. Ah, ovviamente, evita i Buongiornissimo Kaffèèè!1!1! e compagnia bella, grazie!
  6. Hashtag: questi amati # servono per ampliare il raggio d’azione dei tuoi post o per racchiuderli sotto un unico hashtag riconoscitivo. Escludendo Instagram e Twitter, negli altri social tuttavia non servono più di tanto, quindi non abusatene!

Di consigli ce ne sarebbero anche tanti altri, ma già tenere a mente questi 6 punti potrà esservi d’aiuto nel comunicare correttamente la vostra azienda e i vostri prodotti sui social network. Se avete dubbi o informazioni al riguardo, o volete affidarvi a noi per compiere questo arduo compito, contattateci e saremo felicissimi di darvi una mano (e un like 😉 )

 

Matteo