Facebook F8: Mark Zuckerberg ha annunciato le novità in arrivo!

unnamed (1).png

L’1 e 2 maggio a San Josè, in California, si è tenuto F8, ossia l’annuale conferenza degli sviluppatori di Facebook che presenta al pubblico le ultime tecnologie e le novità riguardanti il social network di Mark Zuckerberg.

Seppur non stia passando a causa dei grattacapi causati dall’argomenti privacy, Mark e il suo team continuano a lavorare per far diventare ancora più grosso il social network che ha cambiato il nostro mondo.  Dopo aver lanciato di recente l’app per eventi – Facebook Local –  sono ora in arrivo diverse novità, alcune inattese.

Quella che più ha sorpreso è sicuramente Dating, una sorta di Tinder – l’app d’incontri più in voga – che permetterà agli utenti (single) di incontrare nuove persone: il tutto si svolgerà su un’altra piattaforma, visibile esclusivamente da chi la utilizza (quindi non da tutti gli amici di Facebook), e darà agli aspiranti fidanzati di chattare, solo testualmente. Così Mark lo ha presentato:

«Un matrimonio su tre negli Stati Uniti viene fatto grazie ad un incontro online e noi non abbiamo ancora costruito uno strumento per il dating. La chat è separata da tutto il resto, non può spostarsi su Messenger e WhatsApp.»

È stata annunciata la messa sul mercato di Oculus Go, un visore per la realtà virtuale che offrirà agli utilizzatori di immergersi nel mondo della VR di una serie TV o film, guardare concerti esclusivi e conoscere nuove persone nella Virtual Room. Potete acquistarla qui, in due versioni a 219€ con 32GB di memoria, oppure a 269€ con il doppio di GB.

oculus-go-lrg

Sono state annunciate diverse novità per Facebook Messenger, soprattutto dal punto di vista grafico ed esperenziale,  anche con il contributo della stessa realtà virtuale.

Non poteva mancare, infine, il tema della Privacy: Mark ha presentato al pubblico Clear History, uno strumento con cui gli utenti potranno visionare e modificare tutte le informazioni relative ai siti web visitati e alle inserzioni con cui si è interagito. Più privacy per tutti!

Oltre a ciò, sono in arrivo anche altre novità per Instagram e WhatsApp, ma di questo ve ne parleremo nei prossimi blog post!

 

Matteo

 

Annunci

Elezioni 2018: Facebook ti aiuta nella scelta del voto

elezioni

Le elezioni del 4 marzo sono sulla bocca di tutti, se ne sente parlare ovunque e sposteranno probabilmente gli equilibri del nostro Paese (e non solo). Come sempre succede, però, non tutti hanno le idee ben chiare su chi andare a votare e perché appoggiare le idee di un partito invece che un altro e, così, l’incertezza domina in ogni dove.

In loro aiuto è arrivato Facebook – negli ultimi anni sempre molto “attento” alle elezioni politiche dei Paesi – con alcuni strumenti messi a disposizione degli utenti italiani al fine di orientarli e accompagnarli nella scelta dei membri del Parlamento che formeranno il nostro nuovo Governo.

Andiamo a vederli assieme:

  • Punti Di Vista: questo strumento, probabilmente, lo avrete già visto all’interno del vostro news feed (vedi foto in basso), in quanto compare ogni tre giorni a tutti gli utenti italiani di Facebook. Cliccandoci sopra, si può avere a disposizione una sorta di riassunto della posizione dei principali partiti politici – ossia i 10 partiti e movimenti politici che superano l’1% delle intenzioni di voto secondo i principali sondaggi –  su temi come Ambiente, Fisco, Famiglia, Immigrazione, Salute etc., che potete vedere nel dettaglio nelle loro pagine Facebook ufficiali (nella sezione Temi);
  • Partnership con Ansa: grazie alla stretta collaborazione con la nota agenzia di informazione multimediale, Facebook sta già realizzando nella sua sede di Milano delle intervista in diretta Live con i leader dei partiti;
  • Lotta alla fake news: questo è un argomento che sta molto a cuore a Zuckerberg e, perciò, a maggior ragione in un periodo in cui ogni ora escono notizie correlate direttamente o indirettamente alle elezioni, Facebook insieme al team di Pagella Politica controllerà la veridicità o meno delle dichiarazioni degli esponenti dei partiti;
  • News in diretta: il giorno delle elezioni gli utenti del social network più famoso al mondo vedranno in cima nell’home page uno strumento che fornirà informazioni ufficiali su come e dove andare votare e, inoltre, permetterà (come se ce ne fosse bisogno) di far sapere ai propri amici di aver votato. Dopo la chiusura dei seggi, infine, i risultati degli scrutini saranno visibili su Facebook con aggiornamenti in diretta.

facebook-elezioni-2018-638x425

Così come è successo per le elezioni negli Stati Uniti, anche questa volta Facebook coprirà un ruolo fondamentale nelle sorti politiche di un Paese.

Che ne pensate? Fatecelo sapere qui.

 

Matteo

Facebook sta per cambiare, di nuovo!

facebook_pag_cash.jpg

Ve ne abbiamo già parlato a novembre ed ora, è quasi realtà: il news feed di Facebook cambierà nuovamente e, a rimetterci, saranno le pagine aziendali, soprattutto quelle che non investono. Ma non solo, anche quelle che sono abituate a fare advertising sui propri contenuti potranno riscontrare un’innalzata dei prezzi per la semplice legge di mercato per cui più sale la concorrenza, più i prezzi aumentano.

Perché tutto questo?

Perché Mark Zuckerberg in data 12 gennaio ha svelato al mondo quanto già testato nei mesi precedenti: molto presto il news feed (l0homepage di Facebook) cambierà nuovamente e farà vedere agli utenti solo i post di amici e parenti, gruppi ai quali si è iscritti e, ovviamente, le inserzioni a pagamento. Tutti gli aggiornamenti delle pagine aziendali verranno spostati nella sezione Explore del social, quella con il razzo, eccetto per quelle che gli utenti imposteranno manualmente come preferita e che, quindi, potranno continuare a vedere nel news feed principale.

Mark ha inoltre aggiunto che “con questo aggiornamento, daremo priorità anche ai post che generano conversazioni e creano interazioni significative tra le persone. Per farlo, cercheremo di prevedere quali sono i post su cui le persone potrebbero voler interagire di più con i propri amici, e mostreremo questi post più in alto nel feed“, confermando così la presenza di un nuovo algoritmo che determinerà anche quanto i vostri post personali vedranno visti.

Una lotta al click bait e alle fake news che penalizzerà sicuramente le piccole imprese (copertura dei post ai minimi storici) e, probabilmente, porterà molti ad abbandonarlo, come tra l’altro stanno già facendo i cosiddetti millennials negli ultimi anni, a favore di social network più diretti come Instagram o Snapchat.  Una cosa però è certa: Facebook ha trovato un’altra “scusa” per arricchirsi ancora di più…

Rimanete connessi sulla nostra pagina Facebook o Instagram per non perdervi le prossime news al riguardo.

 

Matteo

È in arrivo un altro anno ricco di novità per Instagram!

novità_instagram.jpg

Oggi inizia l’ultimo mese dell’anno, perciò, in molti, stanno già iniziando a pensare a quello nuovo nell’ottica di confermarsi o migliorarsi, sia nelle vita personale che lavorativa. Uno che cerca sempre di migliorarsi è indubbiamente Mark Zuckerberg che prova (e riesce) a rinnovare giornalmente i suoi giocattoli preferiti, Facebook e Instagram.

Quest’ultimo è stato quello più implementato negli scorsi mesi – solo settimana scorsa vi abbiamo parlato della nuova possibilità di seguire gli hashtag –  e ora, visto l’imminente arrivo del 2018, iniziano ad arrivare maggiori conferme sulle novità che il social network da più di 800 milioni di utenti attivi avrà in serbo per noi da gennaio in poi:

  • Condivisione su WhatsApp: dopo la possibilità di condividere direttamente su Facebook, Twitter e Tumblr si potrà condividere i propri post anche sull’app di messaggistica più utilizzata in Italia (e non solo), di proprietà sempre di Mark.
  • Regram diretto: fino ad ora, per ricondividere immagini di altri sul proprio profilo bisognava utilizzare applicazioni esterne o screenshottarle alla viva il parroco, pubblicandole come post propri. Prossimamente non dovremo più farlo, perchè Instagram sta pensando di implementare questa funzione, rendendola come una sorta di retweet di Twitter. Un toccasana per influencer e aziende che ne “sfruttano” a iosa .
  • GIF in arrivo: come è successo per Facebook in precedenza, anche Instagram abbraccerà uno dei contenuti più utilizzati sui social nel 2017. Gli utenti potranno probabilmente cercarle e condividerle direttamente dall’app, anche nelle Stories! Si attendono aggiornamenti al riguardo.
  • Amici preferiti: lo si vocifera da tempo e ora arrivano ulteriori conferme sulla feature di Instagram che permetterà agli utenti di condividere contenuti solo con una cerchia ristretta dei propri contatti. Si potranno creare, così, singoli gruppi in cui condividere foto e video che magari ad altri non volete far proprio vedere.

Questa lista sarà, probabilmente, solo una piccola parte delle novità che ci presenterà Instagram nei prossimi mesi. State connessi sul nostro profilo per rimanere aggiornati al riguardo!

 

Matteo

 

L’impero di Facebook si amplia sempre di più: conquistata la Champions League!

zuckerberg_direttachampions.jpg

Big news in questi giorni dagli Stati Uniti sul fronte Facebook: dopo aver dichiarato i miglioramenti in arrivo per i Gruppi, come per esempio gli insight e i filtri di ammissione, e il cambiamento della mission del colosso social – “dare alle persone il potere di costruire comunità e avvicinare il mondo” – Mark Zuckerberg ha deciso di entrare a gamba tesa nello sport più popolare al mondo, il calcio.

Mentre si stanno per concludere gli Europei Under 21 e il caso Donnarumma diventerà presto un nuovo episodio de La Signora In Giallo, Mark ha siglato un accordo che nei prossimi anni stravolgerà il mondo delle dirette televisive del pallone: le gioie e dolori della Champions League potranno essere assaporate comodamente su Facebook, GRATIS!

Come aggratis? Le varie emittenti televisive si scannano ogni anno per averne i diritti on demand e Facebook le trasmetterà gratuitamente? Sì! E come? Grazie allo strumento che in ogni secondo lo arricchisce, le pubblicità!

Per ora questo è un accordo riservato solo agli utenti statunitensi, siglato con Fox Sports, il cui responsabile delle attività di business, David Nathanson, ha giustificato così tale decisione:

Facebook ha una delle maggiori audience di tifosi di calcio nel mondo e questo permetterà di far vedere la Champions League anche ai tifosi che non sono sintonizzati sulla partita in TV”.

Questo permetterà, dunque, ai fan di Real Madrid, Barcellona e compagnia bella, di poter guardare grazie a Facebook Live due match di ciascuna giornata nella fase a gironi, quattro gare negli ottavi di finale e altre quattro gare nei quarti di finale. Di più di quanto fa Mediaset, per intenderci…

Va be, io sono italiano e milanista e quindi per un po’ questa novità non mi toccherà di striscio, però sancisce ancora una volta la potenza galattica di questo social network che piano piano ingloba dentro di se ogni cosa, avvicinandosi così a una sorta di conquista del mondo intero. Cosa ne pensate? Fatecelo sapere, ovviamente sulla nostra pagina Facebook!

 

Matteo

L’ottimizzazione dei contenuti di Facebook continua: stop ai siti con troppa pubblicità!

Facebook_computer.jpg

Vi sarà capitato almeno una volta, anche per sbaglio, di finire su un sito con più pubblicità che testo e di aver conseguito una medaglia ad honorem in ricerca della X per chiudere i vari banneroni di pillole energetiche speciali e siti di “incontro”. Ecco, d’ora in poi su Facebook ne vedrete sempre di meno: da questi giorni e con effetti più visibili nei prossimi mesi, il social di Zuckerberg ha dichiarato di voler migliorare l’esperienza dei suoi milioni di utenti, tutelandoli da questi siti ingannevoli e a volte dannosi.

Con questo aggiornamento, nel vostro news feed vedrete gradualmente meno post clickbaiting di questa tipologia, molto utilizzati soprattutto negli Stati Uniti (ma anche noi italiani non scherziamo…) e collegati a siti web con 2 righe di testo, immagini suddivise per 25 pagine e un numero infinito di banner:

Dopo quella alla fake news, Facebook ha dunque intrapreso una nuova lotta contro l’utilizzo “sbagliato” del web e ce la spiega in questo modo:

“Le inserzioni non devono includere contenuti che rimandano a pagine di destinazione esterne che offrono un’esperienza imprevista o fastidiosa, compresi i posizionamenti fuorvianti delle inserzioni, come titoli sensazionalistici, oppure il reindirizzamento delle persone a pagine che presentano una minima parte di contenuti originali e la maggior parte di contenuti pubblicitari di scarsa qualità e fuori tema”

Sorge quindi un problema: “minima parte di contenuti originali”? “maggior parte di contenuti pubblicitari”? A quanto equivalgono questi “minima” e “maggior parte”? Facebook non lo ha specificato, perciò, si corre il rischio che il proprietario di un sito-web con 3/4 banner si trovi penalizzato quanto uno che si presenta in questo modo:

111.png

A parte questo piccolo appunto riferito solo ad alcuni sitiweb “a rischio”, non possiamo che apprezzare il nuovo tentativo di Facebook di ottimizzare la navigazione dei suoi utenti, nella speranza di poter avere in futuro maggiori dettagli al riguardo.

State connessi sui social e fateci sapere cosa ne pensate!

Matteo

La crescita inarrestabile di Instagram: raggiunta quota 700 milioni di utenti!

unnamed.png

Duecento milioni di persone in meno di un anno. Si avete letto bene: 200.000.000 di persone! A cosa ci stiamo riferendo? Agli utenti conquistati da Instagram nel giro di 10 mesi!

Era il giugno dell’anno scorso, quando l’app di proprietà di Facebook ha raggiunto il traguardo di mezzo miliardo di utenti ma ciò, ovviamente, rappresentava solo una tappa del suo lungo percorso trionfale. Come è ormai ben noto, infatti, un paio di mesi dopo sono state introdotte le Stories, ampliando così i già vasti orizzonti di Instagram e, soprattutto, mettendo i bastoni nelle ruote al diretto concorrente, Snapachat (RIP).

wersm-instagram-growth-curve.png

Ora siamo alla fine di aprile, 10 mesi dopo, e ci siamo già messi alle spalle un’altra novità, le dirette Live. Giorno dopo giorno, aggiornamento dopo aggiornamento, Instagram ha raggiunto così quota settecento milioni (il doppio di Twitter e circa tre volte Snapachat), e la sua crescita sembra veramente senza fine: dati alla mano, se mantenesse la crescita di questi ultimi mesi, l’app per foto e video raggiungerà quota un miliardo di utenti nel giro di un anno, rendendo ancora più felice (e ricco) Mark Zuckerberg, che già gongola per bene con i 1,2 miliardi di WhatsApp e – rullo di tamburi – i 1,9 miliardi di Facebook.

Insomma, da quando il celebre social con sede a Menlo Park, California, l’ha acquisita, Instagram è diventata sempre più forte: boomerang, direct, storie, live sono probabilmente solo alcune delle innumerevoli novità che avremo tra le mani nei prossimi mesi, quindi teniamoci pronti a correre sull’App Store per scaricare i prossimi aggiornamenti. E voi ce l’avete Instagram? Noi 🙂

Matteo