Qual è il social network adatto alla tua azienda?

social-x-aziende.jpg

Siamo nel 2017, anzi, quasi nel 2018, anzi, quasi nel 2019, anzi… no scusatemi, ma in queste ultime due settimane ho una certa passione per la parola “anzi”. Chi ha orecchie per intendere intenda…

Ok, torniamo seri: siamo quasi nel 2018 e, fortunatamente, diverse aziende stanno iniziando a capire l’utilità di stare sui social network e la loro potenzialità in termini di visibilità, contatto con i clienti (anche potenziali) e, a volte, fatturato. Tuttavia, cosa succede spesso? L’azienda X decide di entrare sui social e boom eccola subito su Facebook, Twitter, Instagram, Google Plus, YouTube, Snapchat, MySpace, Netlog…. e con la prerogativa di avere subito mille mila follower!

Cosa comporta ciò? Perdita di tempo e, forse, di capelli per quel povero “social media manager” aziendale costretto a garantire like e follow giornalieri al grande capo.

Urge quindi una delucidazione: così come ogni azienda ha il proprio settore di appartenenza, così ha dei social network maggiormente adatti ai propri obiettivi. Se vende valvole per termosifoni forse non è così necessario avere un profilo Instagram: LinkedIn, il social network migliore per creare contatti professionali, è quello che potrebbe fare meglio al caso suo. Se è un nuovo brand hipster, invece, Instagram è proprio quello perfetto e, se vende all’estero, ancora di più lo è Pinterest.

Ogni social network ha la propria tipologia di utenti e con i propri interessi in termini di contenuti da vedere o di aziende da seguire: perciò, prima di far atterrare ovunque (e male) il tuo brand, valuta bene le potenzialità del tuo prodotto/servizio e cerca di capire prima cosa offre quel social network che ti “piace” tanto. 

Ricorda, in questo caso niente è più vero del noto proverbio “meglio pochi, ma buoni”: concentra le tue forze (o di che gestisce i social) su quelli più consoni e vedrai che otterrai più facilmente i tanti desiderati big likes

Per saperne di più e avere qualche dritta al riguardo, contattaci qui

 

Matteo

Annunci

Twitter non lascia, raddoppia: in fase di test i tweet da 280 caratteri!

twitter_caratteri.jpg

Utilizzo i social network giornalmente, sia per lavoro che per allenamenti intensi di pollice destro, e perciò col tempo ho iniziato ad apprezzarne alcuni e a “odiarne” molti. Il primo di quest’ultimo gruppo è senza dubbio Twitter, per la sua mancanza di elementi differenzianti significativi rispetto la concorrenza e, soprattutto, per la sua incapacità di rinnovarsi che. tra l’altro,  gli sta facendo perdere utenti su utenti.

Tuttavia, la notizia che giunge da San Francisco potrebbe aiutare i cinguettii blu a tornare di moda in tutto il modo: Twitter sta ufficialmente testando i 280 caratteri! Ebbene sì, nemici della sintesi, molto presto potrete scrivere il doppio dei caratteri nei vostri tweet e, a confermarlo, è il fondatore e CEO Jack Dorsey:

“È un piccolo cambiamento, ma una grande mossa per noi. 140 caratteri era una scelta basata sul limite dei 160 caratteri degli SMS. Siamo felici di come il nostro team abbia risolto un problema che a volte gli utenti hanno nel twittare e allo stesso tempo mantenendo brevità, velocità ed essenza del nostro servizio”

Mi trovo pienamente con la frase con cui ha esordito il suo tweet: negli ultimi anni gli utenti attivi sono calati drasticamente, sia in Italia che nel mondo, e magari grazie a questo “piccolo cambiamento” saranno più invogliati a ritornare a twittare i loro pensieri riguardo serie tv, star dello show-business etc. etc. In aggiunta, le aziende godranno di maggior libertà nella stesura dei loro tweet e potranno ricominciare investire danaro nell’advertising sulla sua piattaforma.

Twitter, perciò, si prepara a perdere il suo maggior (unico?) tratto distintivo e, se questa novità funzionerà, probabilmente potremo tornare a vederlo come il principale antagonista di Facebook, che sta viaggiando ormai verso altri lidi….

Se hai un profilo Twitter, seguici per rimanere aggiornato sulle prossime news!

 

Matteo

YouTube si rinnova e cambia veste: scopri le novità!

youtube-nuovo.jpg

Mentre Taylor Swift ottiene 43,2 milioni di visualizzazioni in 24 ore con il nuovo singolo “Look What You Made Me Do”, battendo il precedente record di Psy (38 milioni conquistati con il tormentone “Gentleman”), YouTube decide di rinnovarsi!

È di questi giorni, infatti, il restyling grafico da parte della celebre piattaforma web di streaming video utilizzata ormai da più di 1 miliardo di utenti.

La prima novità che balza subito all’occhio è indubbiamente il logo che cambia veste dopo 12 anni, ossia dalla sua nascita, 14 febbraio 2005. Dalla scritta in due colori, con “tube” immerso nel rosso, ora si è passati ad una scritta total black preceduta dalla sua icona identificatrice.

Il layout è cambiato sia nella versione mobile che da desktop, con l’aggiunta della versione dark per far riposare gli occhi o per risparmiare batteria.

Sono state introdotte, poi, alcune importanti novità che riguarderanno la riproduzione dei video:

  • Formato video: il player si adatterà automaticamente alla forma del video che si sta guardando.
  • Doppio tap: schiacciando in un video due volte a destra o a sinistra potrete mandare avanti o indietro di 10 secondi.
  • Velocità: è possibile regolare la velocità di riproduzione del video.
  • Suggerimenti: puoi scopri altri video mentre ne stai guardando uno a schermo pieno.

«Per dirla con parole semplici – ha spiegato lo Chief Product Officer, Neal Mohan – YouTube ne ha fatta di strada e molta ancora ne ha da fare. Negli ultimi mesi abbiamo iniziato a rilasciare aggiornamenti, che proseguiranno nel corso dell’anno, tramite i quali introdurremo nuove funzionalità e una grafica più uniforme sia sui dispositivi mobili sia su quelli desktop».

Prepariamoci a vedere ulteriori modifiche in YouTube, desideroso, dunque, di dare del filo da torcere a Facebook nella condivisione dei video online, e se avete un canale, seguiteci!

 

Matteo

Le funzioni nascoste di Facebook: il Trova Wi-Fi

facebook_wifi.jpg

Quasi giornalmente il nostro app store di fiducia ci offre degli aggiornamenti per Facebook, spesso irrilevanti (piccoli bug) ma a volte importanti e ricchi di novità a livello di usabilità e layout. Tra questi ultimi, tuttavia, ce ne sono alcuni che vengono introdotti in sordina, senza dichiarazioni di facciata o cose simili: un esempio è la funzione Trova Wi-Fi, introdotta di recente e pronta ad offrire diversi vantaggi sia per utenti che per aziende.

Come? Andiamo a scoprirlo assieme!

Facebook_Trova_Wi-Fi.jpg

Innanzitutto, cliccando da mobile sull’icona del menù in alto a destra – sì, Facebook ha di recente cambiato un’altra volta il suo layout – e scorrendo in basso col dito, troverete la voce Trova Wi-Fi (novità) che permette di trovare “wi-fi pubblico e gratis ovunque tu sia”. Per usufruire del servizio bisogna, ovviamente, fare quella cosa che non tutti amano: attivare perennemente la localizzazione sul social con la f bianca su sfondo blu.

Dopo questo click decisivo, avrete tra le mani una mappa che vi mostrerà locali, negozi e luoghi pubblici presenti nelle vicinanza e provvisti di una connessione gratuita a.k.a. il desiderio più grande di uno smartphone addicted del 2017, 2018, 2019, 2020….

Un vantaggio enorme per l’utente medio di FB, ma non solo! Grazie a questo servizio, i proprietari dei locali e negozi con free wi-fi potranno mettere a disposizione degli utenti informazioni come nome, tipologia di locale e orari di apertura e, soprattutto, hanno la possibilità di attirare “gratuitamente” nuovi potenziali clienti!

Trova Wi-Fi è già disponibile da qualche settimana sull’app di Facebook sia iOs che Android e chissà che in futuro non porterà con sé altre novità. Restate connessi sulla nostra pagina Facebook per saperlo!

 

Matteo

Arriva Spark, il social network di Amazon

social_amazon.jpg

Giusto settimana scorsa vi ho parlato di alcuni nuovi social network nati negli ultimi mesi. Ecco, a quella lista se ne aggiunge un altro bello grosso, in quanto di proprietà di un colosso mondiale: Amazon.

Il noto sitoweb su cui giornalmente milioni e milioni di utenti acquistano ogni tipo di cosa, ha deciso di realizzare un social che permetterà ai propri di postare foto e video di ogni tipo, con la possibilità di aggiungere link diretti all’e-commerce americano. Gli iscritti potranno ovviamente dare una valutazione ad ogni prodotto postato, con un like, un commento o uno smile.

Spark

Amazon Spark is a place to discover things from people who share your interests”, così è definita questa sorta di ibrido tra Instagram e Pinterest che, attualmente, è disponibile solo negli Stati Uniti per i clienti Prime con dispositivi iOs, anche se probabilmente nei prossimi mesi si estenderà maggiormente.

Un interessante novità per Amazon, ma avrà vita lunga questo nuovo social network? Staremo a vedere e per rimanere aggiornato continua a seguirci!

 

Matteo

5 nuovi social network diversi dal solito…

gestione_social.jpg

Settimanalmente leggo di nuovi social network lanciati sul “mercato” da start-up o da imprenditori vogliosi di aumentare in qualche modo il proprio fatturato. Ho pensato, perciò, di farvene vedere qualcuno che magari potrà interessarvi o vi farà semplicemente dire “machissenefrega Matteo, non hai niente di meglio da fare?”. La risposta è no e, così, eccovi qua questi 5 social diversi dal solito:

FirstLife

Un social estremamente locale: First Life è infatti rivolto a utenti e operatori di iniziative e progetti piemontesi. Sviluppato di recente dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino, permetterà di sostenere le reti culturali e turistiche del Piemonte. Per maggiori informazioni sul “social network civico” cliccate qui.

Facecjoc

È il social network italiano dei dialetti, ideato dall’informatico Gianluca De Bortoli per offrire ai suoi utenti traduzioni locali e alcune caratteristiche da sempre desiderate da chi utilizza quelli più famosi: il tanto bramato tasto Non Mi piace sui post, la possibilità di personalizzare graficamente il proprio profilo e il dato su chi l’ha effettivamente visitato. Se siete in qualche modo interessati, iscrivetevi qui.

Lego Life

Questo è dedicato a tutti i bambini fan dei mattoncini colorati più famosi al mondo che, grazie a questo nuovo social ideato da Lego, potranno connettersi con coetanei in diversi Paesi del mondo per condividere le proprie migliori costruzioni. Niente info personali o immagini vere, ma soltanto mattoncini. Trovate Lego Life nel vostro app store.

BePuppy

Dai bambini agli animali domestici, ecco BePuppy, un social esclusivamente dedicato a chi possiede un cane, un gatto, un coniglio, un ermellino, un coccodrillo etc… Con il supporto di blog con informazioni utili e una funzione di geolocalizzazione unita al servizio di alert – utile in caso di animali ritrovati o segnalazioni di pericolo – sta ricevendo molti consensi. Per iscrivere il vostro amato animale cliccate qui.

NerdUs

Chiudiamo con un altro social network italiano, aperto proprio in questi giorni, per la precisione il 15 luglio. Come potete immaginare dal nome, è centrato principalmente sul mondo dei videogame ed è stato ideato per un obiettivo: “creare uno spazio internet, dove nessuna persona venga offesa, derisa o trascurata solo perché gioca ai videogame ed è distante dal mondo della realtà”. Amici nerd interessati, cliccate qui.

Qual è il vostro preferito? Se ne conoscete altri fateceli sapere sulla nostra pagina Facebook!

 

Matteo

 

Ferie in arrivo? Ecco alcuni consigli per la tua pagina social aziendale!

gestione_social_estate

Siamo nel bel mezzo dell’estate, ogni mattina è una disgrazia indossare un pantalone lungo o una camicia – fortunatamente non è il mio caso – e le ferie si avvicinano sempre di più. Con i colleghi state già parlando delle spiagge che visiterai o del dolce cazzeggio che accompagnerà le tue lunghe giornate di metà agosto. Ma aspetta, ad una cosa non avete ancora pensato: ai social network dell’azienda!

Cosa fare con le pagine Facebook e compagnia bella? Chi pubblicherà i post? Perderò follower?!?!?1?1!

Sono queste le domande tipiche di chi si preoccupa all’ultimo dei social della propria azienda, ma è un bene dai, vuol dire che un po’ ci tiene 🙂 Se ve le siete poste, non temete che le risposte ci sono!

Se non vendete prodotti estivi, organizzi viaggi o gestisci parchi acquatici, probabilmente agosto è il mese in cui le vostre pagine (e i fan) si possono prendere un po’ di “riposo”, annunciabile in anticipo con un post relativo alla chiusura per ferie e ribadito a ridosso dell’ultimo giorno di lavoro, così magari vi evitate chiamate sul cellulare mentre siete in spiaggia a bervi una moscow mule con tanto di ombrellino rosa.

giphy (3)

Se, invece, avete aggiornamenti, prodotti, servizi che vi interessa comunicare anche durante le fiere – così da mantenere costante la presenza sui social che male non fa – esistono diversi programmi di scheduling, ossia di programmi che ti permettono di organizzare la condivisione automatica dei post sulle principali piattaforme social, escluso Instagram. Il nostro preferito è Hootsuite, ma ce ne sono tanti altri come per esempio Buffer ed EveryPost.

Perciò, se decidete di continuare a pubblicare, pensate per bene a dei post per il periodo in cui sarete in ferie, magari dal gusto estivo o comunque non troppo specifici e noiosi, visto che è molto probabile che anche i vostri fan/clienti lo saranno. Vedrete che quando tornerete dalle vacanze ai vostri follower sembrerà che voi abbiate passato tutto agosto in ufficio… lol

Altrimenti, esistono sempre dei social media manager che fanno tutto questo arduo compito al posto vostro. Contattateci per saperne di più!

 

Matteo